Ravioli cinesi al vapore

Gnocchi di zucchine
11 Ottobre 2020
Strudel di mele con variante
10 Dicembre 2020

RAVIOLI “Jiaozi” CINESI AL VAPORE

 

Gli “jiaozi” sono ravioli cinesi, famosi anche in Giappone e Corea . Perché si chiamano jiaozi? Il nome deriva dalla parola corno e identifica la loro forma.

Ne esistono diverse varietà in tutta la Cina, con ingredienti differenti, cucinati alla piastra, al vapore oppure bolliti. Noi vi proponiamo la ricetta classica: ravioli al vapore con ripieno di carne.

INGREDIENTI

  •  300n gr di farina senza glutine ( in alternativa potete utilizzare farina 00, di farro, integrale di grano duro)
  •  150 gr di acqua (circa)
  •  sale qb
  •  150 gr carne di manzo (preferibilmente macinata)
  •  20 gr zenzero fresco
  •  50 gr cavolo cappuccio viola
  •  100 gr di verza
  •  1 scalogno/cipolla
  •  2 cucchiai salsa di soia (bio)

Preparazione

Per prima cosa preparate l’impasto: versate la farina in una ciotola, aggiungete il sale  e l’acqua poco per volta  mentre mescolate per amalgamare. Una volta formata una palla, trasferitela sul piano di lavoro, leggermente infarinato, continuate a lavorarla con le mani  fino ad ottenere un impasto compatto e liscio.

L’impasto dovrà riposare per circa 1 ora a temperatura ambiente.

Nel frattempo preparate il ripieno dei ravioli: tritate finemente il cavolo cappuccio, la verza e la cipolla. Fate lo stesso anche con lo zenzero. In una ciotola capiente versate la carne macinata, il cavolo la verza e la cipolla, mescolate con le mani e aggiungete lo zenzero. Insaporite il composto con la salsa di soia.

Trascorso il tempo di riposo della pasta, mettetela su un piano infarinato  e stendetela per formare una sfoglia sottile . Ricavate dei dischi con un coppapasta o un bicchiere. Assottigliate ulteriormente i singoli dischi con il mattarello , poi posizionate un cucchiaino abbondante di ripieno al centro  e spennellate i bordi con un po’ di acqua. Ripiegate il disco a metà per formare una mezzaluna, poi sigillate premendo sui bordi  e facendo delle piccole pieghe da un’estremità all’altra . Procedete in questo modo con tutti i ravioli.

A questo punto siete pronti per cuocere: riempite una pentola con circa 2/3 cm di acqua , portate a ebollizione e posizionate il cestello di bambù per la cottura a vapore. ( Se volete potete prima grigliare i ravioli in una wok, risulteranno più croccanti)

Foderate il fondo con foglie di cavolo cappuccio e adagiatevi sopra i ravioli, facendo in modo che non si tocchino. Chiudete con l’apposito coperchio  e cuocete per circa 15 minuti a fuoco medio, fino a quando la pasta non risulterà quasi trasparente.

Servite i vostri ravioli cinesi al vapore accompagnati con salsa di soia.

 L’acquisto di soia biologica è garanzia di OGM FREE, cerchiamo di consumarla consapevolmente, senza abusarne scegliendola sempre Biologica.

Grazie alla nostra amica Silvia per averli realizzati per noi.

 

Apri chat
1
Salve,
risponde Zero Calorie BO, cosa possiamo fare per te?