Strumenti di indagine

bilancia_

PESO PONDERALE

Impedenziometria


L'impedenziometria è un esame rapido e non invasivo indispensabile per monitorare nel tempo la composizione corporea con le sue variazioni legate alla fluttuazione del peso corporeo di una persona al variare dell'età. La Bilancia impedenziometrica viene impostata, ogni volta che si fa una pesata in funzione del sesso, sportività o non sportività, altezza ed età.
Tramite elettrodi viene immessa una corrente elettrica non invasiva a bassa frequenza che rileva la resistenza elettrica prodotta dalla massa grassa. Questo valore viene espresso in percentuale di grasso e di conseguenza tramite un calcolo si stabilisce anche la percentuale di liquidi, massa muscolare e massa ossea. La diversa composizione in massa grassa,muscolare e acqua corporea viene valutata misurando il tempo di conduzione elettrica dalla testa ai piedi nel sistema corpo.

Tabelle di riferimento


Il PESO é RELATIVO .....non servono molte spiegazioni basta guardare questa immagine


Questo concetto è ancora più evidente nelle Donne che sono molto spesso, anche tutti i giorni o addirittura più volte al giorno, sulla bilancia senza capire che il peso della bilancia è relativo in quanto concorrono tantissmi fattori a dare un determinato peso...primo tra tutti i Fattori Ormonali nella fattispecie:
-Testosterone nell'Uomo (più massa muscolare), T3, T4, TSH;
-Estrogeni nella Donna, (pù Acqua nei distretti dove é localizzato il grasso portando a Ritenzione Idrica che se prolungata nel tempo diventa un processo infiammatorio via via più complesso ben noto come la Cellulite), T3,T4, TSH.

L’INDICE DI MASSA CORPOREA

L’Indice di Massa Corporea (I.M.C.) consente un’immediata classificazione obiettiva di un’eventuale malnutrizione per difetto o per eccesso. Indica il grado di adiposità o di magrezza ma non indica la massa magra individuale in quanto il peso corporeo comprende tutti i compartimenti anatomici (massa muscolare, massa grassa, massa ossea, acqua corporea). Una persona con un peso elevato può avere una consistente massa magra muscolare e non avere un eccesso, invece, di massa adiposa.

DEFINIRE IL “BIOTIPO”

Il biotipo nutrizionale descrive la distribuzione topografica della massa grassa corporea, che ha un ruolo fisio-patologico più rilevante per la salute e la longevità rispetto al solo peso corporeo letto sulla bilancia. In base alla zona anatomica in cui è localizzato il grasso si distingue il biotipo androide o ginoide, ed è possibile conoscere a quali patologie degenerative si può andare incontro.

Biotipo ANDROIDE


Accumulo di grasso nella parte superiore del corpo:
collo, spalle, braccia
seno, torace
zona lombare
zona addominale

Predisposizione alle patologie:
malattie cardiovascolari
incremento di citochine
glicemia alta
insulino-resistenza
russamento e apnee notturne

Biotipo GINOIDE


Accumulo di grasso nella parte inferiore del corpo:
fianchi, glutei, cosce
parte dell'addome posta sotto l'ombelico

Insufficienza venosa e linfatica agli arti inferiori:
varici
celluliti
edemi

BIOTIPO MISTO